---

Sono stata invitata per il secondo anno come speaker al World Advanced Therapies & Regenerative Medicine per una sessione dedicata alla biologia delle cellule staminali dal titolo “A true understanding of the biology of cord blood stem cells” per riportare l’attenzione all’origine delle cellule staminali presenti nel sangue cordonale, alle loro caratteristiche e proprietà terapeutiche. La conferenza si terrà a Londra dal 16 al 18 maggio 2018 presso il Business Design Center.

Questo perché sempre di più riusciamo a declinare gli usi delle cellule staminali presenti nel sangue cordonale. Vedrete ad esempio, gli articoli sull’attività dei linfociti Treg per diabete di tipo I e l’immunoterapia antitumorali realizzata grazie ai linfociti T selezionati per agire in modo mirato contro le cellule tumorali.

Tra gli studi clinici vi segnalo lo studio sull’Autismo che oggi è accessibile a tutte le famiglie che hanno conservato le proprie cellule staminali cordonali o quelle di un fratello/sorella. Ho già sottoposto oltre 12 casi alla Duke University.

La scienza non è una moda e bisogna rispettare i suoi ritmi e i suoi tempi. Il potenziale in ballo è veramente elevato e merita rigore scientifico. Parlare quindi di biologia cellulare consente di avvicinarsi ad un mondo interiore di cui siamo composti e che ci sfugge nel quotidiano agire. La società delle cellule è un ottimo esempio di vita sociale e di equilibrio.

Dal mondo delle staminali, una Pasqua piena di tenerezza a voi tutti!

 

Irene Martini 

---
Studio clinico di fase I sull'uso per autotrapianto di cellule staminali cordonali per bambini autistici

Stem Cells Translational Medicine ha pubblicato l'esito dello studio di fase I di fattibilità e sicurezza per l'uso delle cellule staminali cordonali nei processi di modulazione infiammatoria di bambini autistici tra i 2 e i 6 anni. I risultati dello studio hanno dimostrato che il trattamento è sicuro e ben tollerato dai bambini con significativi miglioramenti nel comportamento e nella …

Leggi tutto.

---
Breaking News: a Lisbona presentati i risultati di uno studio multicentrico: stop alla sclerosi multipla con le cellule staminali

I risultati di uno studio internazionale presentati al meeting annuale della European Society for Bone and Marrow Transplantation hanno dimostrato che le cellule staminali ematopoietiche bloccano la patologia e migliorano i sintomi. Lo studio ha trattato 100 pazienti negli ospedali di Chicago (US), Sheffield (UK), Uppsala(Svezia) a Sao Paulo (Brasile) che hanno ricevuto alternativamente terapia con cellule staminali ematopoietiche autologhe …

Leggi tutto.

---
Linfociti Treg del sangue cordonale per la terapia contro il diabete di tipo I

Circa 1,25 milioni di bambini e adulti americani hanno il diabete di tipo 1 in America con 70,000 bambini diagnosticati ogni anno. Questi numeri sono cresciuti del 3-5% su base annuale nei paesi sviluppati, suggerendo quindi che i fattori ambientali possano effettivamente contribuire alla patologia. Il diabete di tipo 1 è una conseguenza della disfunzione del sistema immunitario che distrugge …

Leggi tutto.

---
Riparazione muscoloscheletrica con le cellule mesenchimali: dove siamo?

Un’analisi retrospettiva sugli studi preclinici e clinici delle cellule mesenchimali pubblicata su Cell Stem Cell il 1 marzo 2018, ha voluto fare il punto sulle fonti utilizzate e i risultati in ambito muscoloscheletrico Nel campo della rigenerazione e della riparazione muscoloscheletrica relativa all’osso, alla cartilagine, ai dischi intervertebrali, ai tendini, ai legamenti e al muscolo scheletrico vi sono molti studi …

Leggi tutto.

---
Dall'Università di Stanford un vaccino a base delle proprie cellule staminali per curare i tumori

Si tratta di una terapia ricavata da cellule staminali indotte, ottenute riprogrammando le cellule adulte di pelle o sangue: e immessa nei topi, ha scatenato una forte risposta immunitaria contro i tumori di seno, polmone e pelle, riuscendo anche a prevenire le recidive. Lo studio è pubblicato su Cell Stem Cell dall'Università di Stanford e apre le porte a una …

Leggi tutto.

---
Uso delle cellule staminali del sangue cordonale per l’immunoterapia antitumorale

Le cellule staminali ematopoietiche sono oramai note da più di 30 anni per la terapia onco-ematologica nei casi di refrattarietà alla chemioterapia convenzionale o alle radiazioni.   I vantaggi delle cellule staminali cordonali rispetto alle cellule del midollo osseo sono da tempo noti per l’abilità di essere istocompatibili e pronte per l’uso.   Le cellule staminali ematopoietiche del sangue cordonale …

Leggi tutto.

---

SEGUICI SU