Ampliare la ricerca sulle staminali. L'UE apre a un maggiore finanziamento

Inserire la ricerca sulle cellule staminali umane, sia adulte che embrionali, tra i progetti che potranno usufruire dei fondi europei per la ricerca fino al 2020, sulla base della proposta scientifica e del quadro giuridico dei paesi Ue coinvolti: lo propone a Bruxelles la Commissione europea, che però esclude dai finanziamenti la ricerca per la clonazione degli esseri umani, quella per modificare il patrimonio genetico umano e creare embrioni umani esclusivamente per esperimenti scientifici. La Corte europea di Giustizia aveva vietato lo scorso ottobre i brevetti per ricerche condotte con cellule staminali umane derivate da embrioni, se comporta la distruzione dell’embrione stesso. 

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento