Cellule senescenti tornano bambine

Alcuni ricercatori francesi dell’Istituto di Genomica Funzionale dell’Università di Montpellier, hanno dimostrato la possibilità di far ringiovanire cellule senescenti, facendole regredire allo stato di “cellule bambine”. I risultati della ricerca sono stati pubblicati sulla rivista Genes and Development. La possibilità di riprogrammare le cellule per ottenere staminali pluripotenti (iPsc) è una metodica già nota, ma finora le cellule senescenti non venivano impiegate per la scarsa capacità di riprodursi. Nella sperimentazione, coordinata da Jean-Marc Lemaitre e condotta su cellule prelevate da persone tra i 92 e i 101 anni, questo problema è stato risolto aggiungendo ai quattro geni già utilizzati di norma per il processo con cui si ottengono le staminali altri due frammenti di Dna, i fattori di trascrizione NANOG e LIN28. Si tratta di un risultato importante sia per la medicina rigenerativa, sia per le conoscenze sull’invecchiamento, ma secondo i ricercatori ci vorranno almeno altri dieci anni per vederne le applicazioni mediche.

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento