Cellule staminali cardiache per curare i danni dell'infarto

Aumentano le conferme sull’efficacia delle staminali cardiache nella cura dell’infarto: arrivano da uno studio appena pubblicato sulla rivista scientifica Lancet, denominato CADUCEUS (CArdiosphere-Derived aUtologous stem Cells to Reverse ventricUlar dySfunction), condotto al Cedars-Sinai Heart Institute di Los Angeles da Eduardo Marban  su 25 pazienti, 17 dei quali sottoposti all’infusione di proprie cellule staminali cardiache. L’iniezione di cellule cardiache (ottenute dalle staminali di ciascun paziente) ha ridotto nella sperimentazione la cicatrice provocata dall’evento acuto. Il team di Marban ha prelevato tramite un catetere   le cellule staminali dal cuore dei pazienti,  le ha moltiplicate in provetta,  per poi reinfonderle: dopo un anno la cicatrice causata dall’infarto si è ridotta di dimensioni. Sulla stessa rivista sono stati pubblicati tempo fa  i risultati simili  di un’altra sperimentazione clinica (studio Scipio),  condotta su 23 pazienti, da Roberto Bolli, dell’Universita’ di Louisville e Piero Anversa

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento