Cure con staminali più sicure con le norme della FDA

Le terapie a base di staminali devono rispettare le norme, seppur rigide, della FDA prima di entrare nel mercato.
Lo ha stabilito una corte distrettuale americana, che ha da poco confermato l’autorità della Food and Drug Administration nella loro regolamentazione, richiedendo prima della loro distribuzione  prove certe di sicurezza ed efficacia. Del tema si parla  in un articolo comparso il 7 dicembre sulla rivista scientifica Science, firmato da due ricercatori, Douglas Sipp e Leigh Turner, rispettivamente del RIKEN Center for Developmental Biology di Kobe, in Giappone, e della University of Minnesota di Minneapolis.

Una decisione, questa, fortemente ostacolata da chi pensa che una pre-regolazione  possa bloccare  l’accesso dei pazienti ai farmaci potenzialmente vitali. Secondo i due autori invece, la decisione della Corte è giusta, in quanto il lungo iter di approvazione della Fda dei prodotti derivati da cellule staminali umane è indispensabile per valutarne l’eventuale tossicità,  stabilirne il  dosaggio e confermarne la reale efficacia terapeutica.

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento