Dalle staminali cordonali, nuova tecnica per le ustioni gravi

Un team di scienziati ha sviluppato una tecnica rivoluzionaria che ricrea artificialmente la pelle a partire da cellule staminali del cordone ombelicale. La nuova tecnica permette ai “grandi ustionati” di beneficiare di un innesto cutaneo più veloce, dato che la pelle artificiale può essere conservata e utilizzata in caso di bisogno.

Secondo l’Organizzazione Mondiale della Sanità ci sono stati circa 410.000 ustionati in America nel 2008, dei quali circa 40.000 sono stati ospedalizzati.

Pazienti che hanno sofferto di ustioni gravi possono richiedere, quindi, innesti cutanei. Attualmente, ciò comporta la crescita di pelle artificiale utilizzando pelle sana prelevata dal proprio corpo: processo che comporta alcune settimane di attesa, come fanno notare i ricercatori.

“Con questo tipo di pelle artificiale creata da cellule staminali cordonali, conservata in banche di tessuti, significa poter utilizzare immediatamente questo tessuto, al momento dell’ustione”, dice l’autore dello studio, Antonio Campos, professore di Istologia all’Università di Granada in Spagna.

Per lo studio, i cui dettagli sono pubblicati nel prestigioso giornale “Stem Cells Translational Medicine”, i ricercatori hanno utilizzato le cellule staminali Mesenchimali della gelatina di Wharton, ovvero del tessuto cordonale.

I ricercatori sottolineano che le cellule staminali sono i “candidati d’eccellenza” per l’ingegneria tissutale, grazie alle loro “enormi capacità rigenerative e differenziative” ed aggiungono che abbiamo appena iniziato ad esplorare la loro capacità differenziativa.

Fonte: Medical News Today

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento