Diabete, ricerca apre la strada a cure future

Far regredire le cellule pancreatiche allo stadio staminale: ci sono riusciti nei topi i ricercatori della Vanderbilt University, negli Stati Uniti, che hanno pubblicato i risultati della loro sperimentazione sulla rivista scientifica “Development”. La ricerca apre un’altra strada nella futura cura del diabete, in quanto le cellule multipotenti ottenute potrebbero rimpiazzare quelle malate. Il team ha dimostrato infatti che un fattore di trascrizione Ptf1a, espresso nelle cellule pancreatiche Mpc (multipotent progenitor cell), può riportare alcune cellule pancreatiche mature particolari (le cellule acinari, produttrici di enzimi digestivi, molto numerose nella ghiandola) a uno stadio di multipotenza, per trasformarle poi in cellule capaci di produrre insulina. In altre parole, potrebbe essere possibile ottenere una riprogrammazione controllata nello stesso organo del paziente, e quindi cellule pancreatiche nuove, agendo su bersagli terapeutici diversi.

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento