Staminali comuni per cuore e polmoni

Cuore e polmoni sono due organi strettamente connessi tra loro, tanto che anche il loro sviluppo embrionale avviene in modo simultaneo grazie a staminali comuni.
A scoprire questa popolazione di cellule staminali, chiamate “CardioPulmonary mesoderm Progenitor cells” (CPP), che ne coordinano lo sviluppo, sono stati alcuni ricercatori della Perelman School of Medicine dell’Università della Pennsylvania (Usa), guidati da Edward Morrisey.

I risultati del lavoro, condotto sul modello animale di topo, sono stati da poco pubblicati sulla rivista scientifica Nature.
Da queste cellule staminali, che hanno la caratteristica peculiare di esprimere la Wnt2, una molecola espressa già nelle primissime fasi dello sviluppo embrionale in una regione dell’embrione situata tra l’abbozzo del cuore e il canale alimentare dove si formerà il polmone, si sviluppano sia i tessuti cardiaci che polmonari.
Lo sviluppo di queste staminali particolari CPP dipende anche da un’altra proteina ,anch’essa già nota, la hedgehog, che partecipa alla loro differenziazione nella componente muscolare liscia del sistema vascolare polmonare.
Si tratta di risultati importanti, perché sottolineano lo stretto legame tra cuore e polmoni e potrebbero migliorare la comprensione di malattie come l’ipertensione polmonare, che interessano entrambi gli organi.

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento