I neuroni da staminali si integrano in modo funzionale nel cervello dei topi

I neuroni ottenuti dalle cellule staminali embrionali o dalle staminali pluripotenti indotte hanno dimostrato in alcuni studi scientifici di poter riparare i danni cerebrali, ma ora i ricercatori del Madison’s Waisman Center dell’Università del Wisconsin (Usa) hanno dimostrato per la prima volta qualcosa in più: questi nuovi neuroni, derivati dalle staminali embrionali umane, una volta trapiantate nel cervello di topi adulti si integrano perfettamente, interagendo con gli altri neuroni già esistenti. I risultati dello studio, coordinato da Jason P. Weick, è stato pubblicato sulla rivista Proceedings of the National Academy of Sciences (Pnas). Due le fasi della sperimentazione: nella prima sono state ottenute in laboratorio cellule neuronali in grado di formare sinapsi, mettendo in coltura tessuto cerebrale prelevato dai topi con staminali umane indifferenziate, stimolate con le nuove tecniche di optogenetica (un metodo che sfrutta la luce). Nella seconda fase, i nuovi neuroni sono stati trapiantati nel cervello di alcuni topi vivi, in particolare nell’ippocampo, la zona coinvolta nell’elaborazione dei ricordi e nell’orientamento. La verifica è stata fatta prelevando proprio porzioni di questa area, per controllarne l’attività: le cellule trapiantate erano perfettamente integrate nel circuito cerebrale dei topi e comunicavano con gli altri neuroni, inviando stimoli inibitori o eccitatori.

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento