"Le cellule staminali pluripotenti indotte: produzione e utilità in Medicina Rigenerativa"

In Inghilterra, a Stevenage , il prossimo 2 Ottobre 2012 si terrà il congresso annuale dal titolo “Le cellule staminali pluripotenti indotte: produzione e utilità in Medicina Rigenerativa”.

Questo 3° evento annuale, parte del “EUROSCICON STEM CELL” 2012, si focalizzerà sugli aspetti negativi e positivi delle cellule staminali pluripotenti indotte (hiPSCs) per diversi tipi di applicazioni cliniche.

Le cellule staminali pluripotenti indotte (hiPSCs), generate dalla riprogrammazione cellulare, rappresentano, infatti, un’opportunità unica per la medicina rigenerativa, in quanto queste cellule possono proliferare illimitatamente in vitro mantenendo tutta la loro capacità proliferativa al fine di differenziarsi in qualsiasi altro tipo di cellula.
Questo fa sì che le cellule pluripotenti indotte possano essere usate per produrre un’infinita quantità di tipologie cellulari con un interesse clinico/terapeutico.
Inoltre, queste cellule potrebbero produrre tipologie di cellule specifiche per determinati pazienti che sono totalmente istocompatibili con il donatore e, perciò, evitando la necessità di attuare trattamenti immunosoppressivi durante la terapie cellulare.

Comunque, recenti studi hanno ipotizzato che anomalie epigenetiche e genetiche associate con la tecnologia di riprogrammazione diretta potrebbero limitare l’interesse per le hiPSCs per l’uso in vivo.

 

 

 

 

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento