Istituto Regina Elena di Roma: ok accredito per il trapianto autologo di staminali

La struttura di Ematologia e Trapianti dell’Istituto nazionale tumori Regina Elena di Roma ha conseguito l’accreditamento per l’attività di trapianto autologo di cellule staminali emopoietiche nell’adulto, secondo gli standard di qualità europei e americani del JACIE (Joint Accreditation Committee ISCT EBMT).

L’Ire è il primo Irccs pubblico del Centro-Sud Italia a ottenere un simile riconoscimento.

«Il vantaggio di questo tipo di procedura – spiega Andrea Mengarelli, responsabile dell’Ematologia Ire –  consiste nel fatto che i pazienti possono ricevere dosi più alte di chemioterapia, senza pregiudicare la funzionalità a medio e lungo termine del midollo osseo. Il trapianto autologo di cellule staminali emopoietiche, infatti, va a ripopolare la riserva di cellule staminali distrutta dalla chemioterapia ad alto dosaggio. La “ripresa” midollare, che non potrebbe verificarsi spontaneamente, avviene mediamente dopo soli 15 giorni dalla reinfusione».

Insomma, un’occasione per festeggiare i 10 anni di attività di trapianto dell’Ematologia dell’Ire, che hanno portato a n.285 procedure di trapianto eseguite in 211 pazienti.

Nell’ultimo anno il numero di trapianti è aumentato del 100 per cento rispetto all’anno precedente e ne sono stati effettuati 47 senza aumento di costi di personale e di spazi.

Per il 2014 si prevede un ulteriore incremento del 20 per cento.

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento