Ottenute piastrine da staminali umane

Ancora un risultato importante della scienza, che potrebbe in futuro risolvere le problematiche legate alla donazione di sangue e alla terapia trasfusionale: al Congresso annuale dell’American Hematology Society (Ash) di San Diego alcuni ricercatori dell’Università di Kyoto hanno presentato un lavoro che dimostra la possibilità di ottenere le piastrine (le cellule del sangue deputate alla coagulazione) funzionanti nell’animale, a partire da cellule staminali pluripotenti indotte (le “Ips”) umane.
Come è noto queste cellule rappresentano un problema per le banche del sangue in quanto non possono essere congelate e conservate per periodi lunghi.
Le piastrine, ottenute in laboratorio  dai megacariociti – i precursori delle piastrine – a loro volta ottenute   dalla riprogrammazione di staminali umane, si sono dimostrate funzionanti in topi con sistema immunitario compromesso.
Secondo Paolo Rebulla, primario del Centro di Medicina trasfusionale, terapia cellulare e criobiologia dell’Ospedale Maggiore-Policlinico, Mangiagalli e Regina Elena di Milano, i dati sono molto promettenti, ma servirà ancora del tempo per le applicazioni cliniche e per caratterizzare queste cellule.

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento