Prezioso latte materno, fonte di staminali

Sono enormi le quantità di staminali adulte multipotenti che ogni giorno con il latte passerebbero dalla mamma al bambino. Queste staminali mesenchimali, che probabilmente originano dal tessuto epiteliale della mammella, sono in grado di dare origine a diversi tipi di cellule, come quelle adipose, ossee, pancreatiche o cerebrali. A sostenerlo è la ricercatrice greca Foteini Hassiotou, della University of Western Australia, dove nel 2008 le staminali erano state trovate per la prima volta nel latte materno da un altro ricercatore, Peter Hartmann e dal suo Human Lactation Research Group. Gli ultimi risultati delle ricerche sono stati pubblicati dalla Hassiotou sulla rivista Stem Cells e presentati a Vienna, al 8th International Breastfeeding and Lactation Symposium.

Il latte materno potrebbe essere quindi una nuova fonte facilmente accessibile di cellule staminali, simili a quelle embrionali: Stando ai risultati del lavoro, sono infatti capaci di esprimere importanti geni, tipici proprio delle cellule  immature dell’embrione. La nuova riserva di staminali nell’adulto consentirebbe agli scienziati di portare avanti le ricerche  e le sperimentazioni di medicina rigenerativa senza dover affrontare il  problema etico di sacrificare gli embrioni.

 

 

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento