Riserva di staminali preziosa nel latte materno

Il latte materno potrebbe essere una riserva molto preziosa e facilmente accessibile di cellule staminali, versatili (pluripotenti) come quelle dell’embrione e trasformabili  quindi in laboratorio in molte cellule diverse, da impiegare in medicina rigenerativa senza problemi etici. A dimostrarlo è stato Peter Hartmann dell’Universita’ dell’Australia Occidentale a Crawley, che le ha isolate per la prima volta  nel latte materno nel 2008. Hartmann presenterà i suoi risultati (peraltro anticipati dal magazine britannico New Scientist ), al 7° International Breastfeeding and Lactation Symposium, in programma a Vienna all’inizio del 2012. Il latte materno come fonte di staminali sarebbe ancora più interessante  rispetto, per esempio, al liquido amniotico, perchè facilmente reperibile: le staminali sono state trovate in grande quantita’ (rappresentano il 2% di tutte le cellule nel latte). Ora però va dimostrato ancora che queste cellule sono simili in tutto a quelle dell’embrione.

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento