Scoperta a Pescara una nuova cellula del sangue. Si apre la strada a nuove cure contro i tumori

E’ stata scoperta una nuova cellula staminale del sangue: la sua identificazione, descritta in un articolo pubblicato sulla rivista scientifica Blood, si deve al Laboratorio di ricerca del Dipartimento di Medicina Trasfusionale dell’Ospedale di Pescara. I risultati dello studio, realizzato in collaborazione con importanti centri di ricerca italiani e internazionali, potrebbero aprire la strada a nuove cure per i tumori, in particolare a farmaci capaci di bloccare o far regredire un processo tumorale. 
I ricercatori hanno individuato una sottopopolazione di cellule staminali, una cellula bipotente mai descritta prima, che si comporta come un emangioblasto, capace di produrre sia cellule del sangue, sia le cellule endoteliali che formano i vasi, le arterie e i capillari. Queste cellule sono state trapiantate in un topo immunideficiente creato in laboratorio, in grado di accettare le cellule umane, ricreando il sangue e contribuendo alla formazione dei vasi.
La nuova scoperta, secondo il responsabile del laboratorio Cellule Staminali, Anna Berardi, potrebbe essere applicata in medicina rigenerativa e nello studio dei tumori.

.

 

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento