SmartBank e Assobiotec insieme per la qualità della conservazione e della donazione

Assobiotec riunisce le imprese operanti nel settore delle cellule staminali che hanno come obiettivo la regolamentazione del mercato, la promozione di una corretta informazione, la collaborazione pubblico-privato per ottimizzare la qualità del servizio di conservazione e donazione delle cellule staminali del cordone ombelicale.

Il tavolo di lavoro progettuale intende stimolare l’attenzione su alcune azioni prioritarie e di facile risoluzione nel breve termine:

1 ) PRATICA DI AUTORIZZAZIONE ON LINE : richiesta on line per la pratica di autorizzazione all’esportazione, fatta salva la presentazione, alla Direzione Sanitaria, delle analisi preparto. Ciò comporterebbe la semplifi cazione, per le Mamme al 9° mese di gravidanza,di inutili fi le presso la Direzione Sanitaria della Struttura Ospedaliera ed agevolerebbe, parimenti, le stesse Direzioni Sanitarie nell’espletamento delle proprie funzioni.

2) RIDUZIONE TICKET PER AUTORIZZAZIONE: riduzione del ticket per l’autorizzazione: il relativo importo, mediamente pari a € 300 (peraltro con oscillazioni regionali) incide pesantemente sul bilancio delle famiglie e, di conseguenza, altera la decisione dei Genitori. Allo scopo le Banche Private potrebbero partecipare, con una percentuale da defi nire (e comunque maggioritaria) al riconoscimento di tale costo.
Tale contributo da parte del Privato andrebbe direttamente collocato per il sostentamento del Banking Pubblico. Si potrebbe pensare che la famiglia si faccia carico esclusivamente di un importo “simbolico”, orientativamente pari a € 50 (possibilmente uguale su tutto il territorio Italiano).

3) 60.000 UNITÀ CORDONALI PER IL SERVIZIO PUBBLICO: l’obiettivo che ci si vuole proporre in merito è quello di aiutare il Pubblico a raggiungere le 60.000 unità cordonali conservate. Allo scopo, bisognerebbe incidere con un maggior e più efficace livello di penetrazione dell’informativa a favore della salvaguardia della risorsa “cellule staminali cordonali”. Pertanto, il Privato potrebbe mettere a disposizione del Pubblico il proprio Servizio Clienti, per agevolare il raggiungimento del suddetto obiettivo.

L’ingresso di SmartBank  in Assobiotec dimostra il suo continuo impegno nella diffusione di una “corretta informazione” ai genitori e agli interlocutori interessati e nell’attivare una più stretta collaborazione tra pubblico e privato, al fine di non sprecare questa preziosa risorsa.

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento