Staminali: un'iniezione nel cervello riduce danni post ictus

L’iniezione intracerebrale di cellule staminali mesenchimali derivate dal midollo osseo potrebbe prevenire o ridurre i deficit cognitivi post-ictus. A dirlo e’ uno studio del Field Neurosciences Institute Laboratory for Restorative Neurology pubblicato sulla rivista ‘Restorative Neurology and Neuroscience’.
Nella ricerca, l’iniezione intracerebrale ha mostrato di ridurre i deficit cognitivi prodotti dalla temporanea occlusione dei vasi sanguigni in un modello murino di ictus, il che suggerisce che queste staminali potrebbero offrire un nuovo approccio alla riduzione delle disfunzioni cognitive post-ictus; un tipo di difetti che rappresenta circa un quarto dei peggioramenti cognitivi del progresso dei pazienti che hanno subito un ictus verso la demenza.

Gli scienziati hanno temporaneamente interrotto il flusso sanguigno in alcuni vasi del cervello dei topi iniettando l’ormone endotelina-1 e, a una settimana dall”ictus’, alcuni topi hanno ricevuto iniezioni intrastriatali di staminali mesenchimali.

 

Fonte: AGI

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento