Trapianto di trachea artificiale, quasi pronto a Firenze

Dopo gli interventi a Stoccolma, il chirurgo Paolo Macchiarini si prepara a portare a Firenze il trapianto di un organo artificiale.

La biotrachea a Careggi l'ultima frontiera dei trapianti

Paolo Macchiarini è pronto a fare anche a Careggi un trapianto di trachea artificiale, realizzata cioè con materiale plastico e trattata con le staminali.

Nel luglio dell’anno scorso il chirurgo toracico aveva realizzato l’intervento per la prima volta al mondo all’istituto Karolinka di Stoccolma.
Il paziente operato allora sta bene, di come è stato curato parlano le riviste scientifiche internazionali e sono in corso studi scientifici sulla nuova tecnica.

Macchiarini potrebbe così realizzare nei prossimi mesi anche nel policlinico fiorentino un intervento del genere. Intanto ha fatto arrivare a Firenze una parte dei finanziamenti dell’Unione europea (oltre 4 milioni di euro in tutto) destinati allo sviluppo del polmone bioartificiale.

L’idea di partenza è la stessa della trachea, anche se sviluppata su un organo più complesso. Con le nanotecnologie si realizzano materie plastiche composte da fibre piccolissime e biocompatibili con cui si ottiene l’organo.
Poi si usano le staminali del paziente per dare una forma vitale al materiale creato in laboratorio.

 

Fonte: La Repubblica, Firenze

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento