Una speranza per la distrofia muscolare

Cellule staminali di consanguinei nella distrofia muscolare di Duchenne: a valutare la sicurezza e la fattibilità della terapia cellulare, efficace nel modello animale, sarà uno studio clinico di fase I-II, in partenza al San Raffaele di Milano, grazie ai finanziamenti della Fondazione Thelethon.
I risultati, ottenuti per ora su un bambino malato, incoraggiano il percorso di questa strada, che potrebbe portare al miglioramento della forza muscolare nei bambini trattati, ma ci vorrà del tempo per avere una conferma definitiva. In pratica, nello studio, coordinato del professor Giulio Cossu, sarebbero trapiantate per via intra-venosa nei pazienti con distrofia staminali specializzate nel ricreare i muscoli ( i mesoangioblasti), ricavate da donatori della stessa famiglia. La speranza è quella di ripetere quanto osservato in animali con distrofia, ossia la colonizzazione dei muscoli scheletrici, con un buon recupero di forza e capacità contrattile.

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento