Yamanaka al CNR a Roma illustra le frontiere della ricerca sulle staminali "etiche"

Le frontiere della ricerca sulle cellule staminali pluripotenti indotte (Ips): a illustrarle al CNR di Roma è stato Shinya Yamanaka, che conduce ricerche nel campo delle cellule staminali adulte riprogrammate, le cosiddette staminali “etiche”, capaci cioè di differenziarsi in qualsiasi altra cellula, senza distruggere gli embrioni.

In Italia per ricevere il premio internazionale Balzan 2010 per la biologia e le potenziali applicazioni delle cellule staminali, lo scienziato giapponese ha illustrato le potenzialità terapeutiche di una futura banca Ips, paragonabile a una banca del sangue, cui si attinge quando non è possibile usare il sangue del paziente.

Secondo Yamanaka, così come esistono diversi gruppi sanguigni compatibili con i vari pazienti, anche in questo campo dovranno essere condotte ricerche sulla compatibilità. Mentre i gruppi sanguigni sono quattro, le combinazioni di cellule sono invece più di diecimila, per cui l’obiettivo primario è quello di trovare una sorta di gruppo che possa assicurare le condizioni di massima compatibilità con il maggior numero di pazienti.

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento